Salta al contenuto principale

Sai come controllare i parassiti del tuo gatto?

Torna indietro

Il tuo gatto è un vero e proprio membro della famiglia: vive a contatto con te e i tuoi familiari, condividete il letto, il divano e tanti momenti di gioco assieme, ma sei abbastanza attento al suo benessere e alla sua salute?

Sebbene questa relazione con il tuo gatto ti arricchisca a livello emotivo, e ha risvolti positivi sul benessere e sulla  salute, ricorda che il gatto potrebbe esporre te e i tuoi familiari a una serie di malattie zoonotiche (che possono essere trasmesse all’uomo) sia tramite vettori come zecche o pulci, che tramite parassiti, come le tenie.
Anche se vive prevalentemente in casa, qualunque gatto corre dei rischi di infestazione da parassiti: da una parte perché mantiene un istinto di caccia verso piccoli animali come lucertole o uccellini; inoltre perché passa molto tempo a fare grooming, leccandosi il mantello, potendo quindi ingerire larve e uova di parassiti o pulci; infine potrebbe giocare, annusare e leccare le scarpe dei proprietari che sono state all’aperto, e che potrebbero essere contaminate e infestare facilmente il nostro micio.

Il comportamento di caccia e l’accesso all'aperto, ad esempio, sono situazioni in cui maggiore è il rischio di contrarre numerosi parassiti tra cui gli strongili polmonari Aelurostrongylus abstrusus, e Troglostrongylus brevior, che portano a sintomatologie respiratorie di differente gravità in relazione all’età del gattino.

Ma ricordiamoci che oltre ai rischi per il gatto, alcuni parassiti possono essere trasmessi anche all’uomo, e parliamo quindi di zoonosi: per questo è molto importante trattare le parassitosi, non solo per la salute del gatto ma anche dell’intera famiglia! Tutti i membri sono a rischio, in particolar modo i gattini, i bambini e gli anziani, che sono più fragili e al contempo spesso vivono a maggior contatto tra di loro in casa.

Le malattie trasmissibili all’uomo sono molte, dalla malattia di Lyme provocata dalle zecche, alla larva migrans causata dagli ascaridi e anchilostomi (vermi tondi intestinali), fino alla dipilidiosi, causata dal cestode/tenia Dipylidium caninum (anch’esso un verme intestinale piatto), trasmesso tramite una pulce infetta che viene ingerita durante il grooming.

Visto lo stretto e profondo legame con il tuo gatto e la tua attenzione per la sua salute, ricorda che la prevenzione e il trattamento delle infezioni/infestazioni parassitarie sono aspetti importantissimi per il benessere del gatto e del nucleo familiare: rivolgiti al tuo medico veterinario per avere maggiori informazioni sui parassiti che possono colpire il tuo gatto e sui trattamenti disponibili!

 

Tips & Tricks

Prodotti

Nessun risultato trovato.